Con l’aiuto di Banca Etica hanno adottato la loro bambina (B1-B2)

Lascia un commento

28 marzo 2014 di Paola Gagliano

Volevano adottare un bambino. Ma la loro condizione economica non glielo consentiva. Due impieghi precari non aprono le porte di nessun istituto bancario. Neanche per avere un prestito di 15.000 euro per andare a prendere la loro bambina dall’altra parte del mondo. Ma Giovanni e sua moglie non si sono arresi. La voglia di diventare gentiori è stata più forte dello sconforto. E nel 2008 sono riusciti a realizzare il loro sogno. A permetterglielo Banca Etica, istituto di credito italiano ispirato alla finanza etica la cui attività bancaria si sviluppa a partire da principi quali, trasparenza, partecipazione, equità, efficienza, sobrietà e attenzione alle conseguenze non economcihe dei finanziamenti.

impieghi (jobs -emplois) istituto di credito (banking instituiton – institution bancaire) neanche (not even – même) prestito (loan – prêt) non si sono arresi (did not give up – n’ont pas abandonné) sconforto (despair – désespoir) ispirato (inspired -ispiré) si sviluppa a partire (is developed from – est developpé) sobrietà (simplicity – simplicité)

Il logo per i 15 anni di Banca Etica

Il logo per i 15 anni di Banca Etica

Operativa da 15 anni, Banca Etica pratica l’uso responsabile de denaro, finanziando solo organizzazioni che operano in quattro settori specifici: cooperazione sociale, cooperazione internazionale, cultura e tutela ambientale.

pratica (practises -pratique) finanziando (subsidizing -en subventionant) operano(work – travaillent)

Ma quando e come è nata l’esigenza di fondare una Banca etica ?  Risponde Mario Crosta, direttore generale di Banca Etica

Banca Etica ha aperto il suo primo sportello a Padova nel 1999. L’apertura della banca è stata il coronamento di una mobilitazione partita già nel 1994 che ha visto il coinvolgimento delle principali reti del Terzo Settore Italiano e di migliaia di singoli cittadini che volevano la possibilità di scegliere una banca che utilizzasse il denaro dei risparmiatori in modo trasparente e per finanziare iniziative di interesse collettivo, in contrapposizione alle banche che finanziano settori controversi come la produzione di armi o di tabacco e che speculano con il solo scopo di massimizzare i profitti nel brevissimo periodo.

esigenza (necessity – nécessité) sportello (here: branch – succursale) coronamento (culmination – aboutissement) partita (begun – commencé) coinvolgimento (engagement – participation) risparmiatori (investors -investisseurs) interesse collettivo (public interest -intérét public) in contrapposizione (as apposed to – par oppositon à) controversi (controversial- controversés) nel brevissimo periodo (in the short term – à court term)

Le banche sono state e sono, purtroppo, principali attrici nella crisi economica mondiale che attanaglia anche l’Italia dal 2008. Cosa vi contraddistingue da una banca “normale”?

Banca Etica offre tutti i servizi bancari e finanziari che possono servire a famiglie, cittadini e organizzazioni. Quello che ci contraddistingue è il fatto di operare in totale trasparenza e di finanziare esclusivamente famiglie (per esempio per l’acquisto e la ristrutturazione della casa) e organizzazioni. Inizialmente Banca Etica finanziava esclusivamente realtà non-profit, ora si sta gradualmente aprendo ad aziende profit che operano però in modo particolarmente corretto e in settori di interesse collettivo come la cultura, la produzione di energia da fonti rinnovabili, l’agricoltura biologica, etc…

servire (here: help – aider) quello che ci contraddistingue (what sets us apart – nous distingue) ristrutturazione (renovation -rénovation) inizialmente (at the beginning -initialement) gradualmente (gradually – progressivement) fonti rinnovabili (renewable energy – énergie renouvable)

Mario Crosta

Mario Crosta

Quali strumenti vi siete dati per essere etici e trasparenti?

Siamo l’unica banca che pubblica sul proprio sito web tutti i finanziamenti che concede. Siamo inoltre particolarmente attenti a fornire ai clienti tutte le informazioni in modo chiaro e semplice in modo che possano compiere le loro scelte di risparmio, investimento o richiesta di credito in modo consapevole. I nostri dipendenti e promotori non ricevono premi legati a quanto “vendono”. Questo evita alla base il rischio che al cliente venga proposto un prodotto finanziario che non è nel suo reale interesse. Inoltre Banca Etica è la prima banca italiana che si è dotata di un’istruttoria socio-ambientale all’interno della valutazione di merito creditizio. Si tratta di una valutazione sul valore sociale dell’attività finanziaria e sulla coerenza con i valori di riferimento della nostra banca.

quali strumenti vi siete dati (what tools did you give yourself – quels outils vous vous etez données) finanziamenti (funding -financement) concede (grants – accorde) siamo inoltre particolarmente attenti a fornire (we also pay special attention to providing – nous accordons également une attention particulière à fournir) in modo che (so that – afin que) compiere (make -faire) risparmio (saving -épargne) richiesta di credito (credit application – demande de credit) dipendenti e promotori (employees and advisors – employés and conseillers) premi (bonus) inoltre (in addition – en outre) si è dotata (had adopted – a adopté) istruttoria socio-ambientale (socio-environmental investigation – évaluation socio-environnementale) merito creditizio (creditworthiness – solvabilité)

Avete sportelli sul territorio, come funziona la vostra banca?

Abbiamo 17 filiali nelle principali città italiane, 20 banchieri ambulanti che “coprono” le aree territoriali in cui non c’è una filiale e per tutti c’è la possibilità di aprire un conto e operare on line.

Avete festeggiato 15 anni di attività, con quali risultati?

In 15 anni abbiamo dimostrato che fare banca in modo etico è possibile e sostenibile. Siamo cresciuti costantemente nel capitale sociale, nella raccolta di risparmio e nei finanziamenti concessi. In 15 anni abbiamo messo in circolazione 1 miliardo e 800 milioni di lire che hanno permesso di finanziare 24mila progetti di famiglie e imprese sociali.

filiali (branches – succursales) banchieri ambulanti (itinerant bankers – banquiers de la rue) costantemente (contially-sans cesse)

Concretamente, quale é stato il vostro finanziamento di maggior successo?

Tanti. Voglio ricordare la collaborazione con la provincia di Torino e il suo programma triennale di politiche pubbliche di contrasto alla vulnerabilità sociale e alla povertà, denominato “Fragili Orizzonti”. Banca Etica ha collaborato all’interno del programma con la propria iniziativa di “costruzione di patrimonioche prevede un percorso di formazione al risparmio e alla gestione del proprio bilancio mensile con l’erogazione a fine progetto da parte della provincia di una quota integrativa pari a quanto risparmiato dalla persona in una anno, fino ad un massimo di 1500 euro. Il progetto ha avuto molto successo, la sperimentazione è stata avviata in quattro comuni divenuti poi otto per un totale di 200 perosne che, dopo una serie d’incontri individuali e di gruppo, hanno acquisito o perfezionato gli strumenti per gestire al meglio la propria situazione economica, permettendo loro di vivere più serenamente.

ricordare (here: to mention – parler) ha collaborato (has worked within – a travaillé au sein) costruzione del patrmono (building assets – creation de capial) che prevede (which provides – qui offre) gestione (management – gestion) erogazione (distribuition – livraison) quota integrativa ( supplementary amount – somme additionelle) pari a (equla -égale) hanno acquisito (have acquired – ont acquis) serenemante (peacefully -paisiblement)

Cosa c’é nel vostro futuro?

A fine 2014 apriremo la nostra prima filiale in Spagna, a Bilbao, e diventeremo la prima banca etica di livello europeo. Un altro successo che dimostra che il nostro sistema di gestione della responsabilità sociale ci consente di pianificare, garantire, rendicontare e innovare creando valore e vantaggio competitivo.

Pianificare, garantire, rendicontare e innovare (to plan, to provide, to report and innovate – planifier, fournir, rapporter et innover)

Pillole grammaticali: i pronomi composti

I pronomi gli (a lui) e le (a lei) quando sono seguiti da un altro pronome si uniscono con quest’ultimo mediante la congiunzione e, dando luogo alle forme : glielo, gliela,glieli, gliele, gliene che precedono sempre il verbo

Es: Ma la loro condizione economica non glielo consentiva

C’è Giovanna, ho una cosa da dirle, Adesso gliela dico

C’è Maria, ho delle caramelle, gliele posso offrire?

I pronomi composti, cosi come i pronomi semplici, si uniscono sempre all’infinito, mentre nella forma imperativa possono precedere o seguire il verbo

Es. A permetterglielo, Banca Etica…

Non consentirglielo/Non glielo consentire

Ecco un link per esercitarsi un po’ e per ripassare la posizione dei pronomi

http://italyamonews.com/2014/03/08/anna-maria-mozzoni-una-penna-al-servizio-delle-donne/

http://www.scudit.net/mdpronomi02.htm

Buona lettura!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Più votati

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: