Modi di dire latini utilizzati in Italiano

Lascia un commento

29 ottobre 2014 di Paola Gagliano

Nell’articolo http://italyamonews.com/2014/10/21/in-un-libro-bianco-litaliano-nel-mondo-che-cambia/ ci sono due modi di dire latini che vengono frequentemente utilizzati dagli italiani.

Condicio sine qua non si usa per dire che qualcosa è diventata indispensabile per la realizzazione di qualcos’altro.

Es: condicio sine qua non per il rilancio dell’intero Paese (senza una promozione della lingua e della cultura italiana L’Italia non potrà crescere)

ad majora! Espressione di augurio e di saluto.  Si usa per salutare e augurare ogni bene a chi ha già avuto dei successi e vorrebbe puntare a cose più grandi. In questo caso, la lingua italiana è già la quarta lingua più studiata al mondo ma l’obiettivo di tutti è che il suo successo cresca.

Tra gli altri modi di dire latini utilizzati in italiano troviamo:

carpe diem: che vuol dire letteralmente “afferra il giorno” e che viene usata per incitare qualcuno a non lasciarsi sfuggire un’occasione.

Es: Vai a Praga, carpe diem!

Do ut des: letteralmente vuol dire “do perché tu dia”, cioé faccio qualcosa perché spero di ricavarne un vantaggio. In italiano si usa l’espressione sostantivata.

Es: Negli affari è tutto un do ut des

Ex abrupto: di colpo all’improvviso

Es: Mi ha colpito ex abrupto (all’improvviso)

Dura lex sed lex: “vuol dire legge dura, ma legge!” E si usa per dire che anche se può sembrare ingiusto, bisogna sempre rispettare la legge.

errare humanum est, perseverare autem diabolicum: vuol dire “errare è umano, ma perseverare è diabolico” e si usa per redarguire chi dopo aver commesso un errore continua a ripeterlo.

Ex aequo: usata nello sport per indicare un pareggio.

excusatio non petita, accusatio manifesta: vuol dire “scuse non richieste, segno di colpevolezza”. Si usa rivolgendosi a chi pur non essendo sotto accusa comincia a scusarsi e giustificarsi dando l’impressione di essere colpevole.

hic et nunc: “qui e ora”, si usa per dire che una cosa deve essere fatta subito.

lupus in fabula: letteralmente “il lupo nel discorso”, si usa per dire che la persona di cui si sta parlando è comparsa.

Mala tempora currunt: vuol dire “corrono tempi cattivi” e si usa per dire che non è il momento opportuno per fare qualcosa.

Non plus ultra: si usa per dire che “non esiste niente di meglio”.

Es: Questo telefonino è il non plus ultra

Obtorto collo: letterlamente con il “collo storto”, ma si usa per dire che si è costretti a fare qualcosa contro la propria volontà.

Melius abundare quam deficere: “meglio abbondare che avere troppo poco di qualcosa”. Si usa per giustificare il fatto di aver esagerato un po’.

Repetita iuvant: “le cose ripetute giovano” si usa per dire che è meglio ripetere una cosa più volte per essere sicuri che sia stata capita bene.

Sic et simpliciter: “Cosi e semplice”, serve per dire che le cose stanno cosi e non sono complicate

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Più votati

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: