Letture/ Tutte le tradizioni italiane per festeggiare il nuovo anno (B2-C1)

Lascia un commento

31 dicembre 2014 di Paola Gagliano

BUON ANNO cari lettori!

Zampone e lenticchie (foto: primadonna)

Zampone e lenticchie (foto: primadonna)

Capodanno, cioè “capo d’anno”, è il primo giorno dell’anno. Anche in Italia come nel resto del mondo sono moltissimi i rituali che tra scaramanzia e tradizione accompagnano  il passaggio dall’anno vecchio all’anno nuovo. Ogni regione ha riti e usanze diverse ma a tavola, anche a Capodanno, gli italiani ritrovano l’unità. Da nord a sud, isole comprese, il primo piatto portato in tavola dopo la mezzanotte è lo zampone con le lenticchie: un classico insaccato italiano di puro suino, preparato riempiendo con un impasto di carne magra, aromi e spezie la pelle dell’arto (zampa) del maiale, da qui il nome di zampone. Tradizione vuole che venga servito con le lenticchie che, oltre ad avere un grande potere nutritivo,  si dice siano propiziatrici di buona fortuna economica; mangiarne significa, quindi, un anno pieno di abbondanza e soldi. Una credenza che avrebbe origine dall’antica usanza romana di regalare una “scarsella”, ovvero una borsa in cuoio, contenente solitamente lenticchie con l’augurio che si trasformassero in denaro.

capo (beginning – commencement) scaramanzia (superstition) usanze (customs – coutules) lenticchie (lentils – lentilles) insaccato (sausage – saucisse) riempiendo (stffing – bourrant) impasto (mixture – mélange) aromi (herbs – herbes)arto (zampa) (paw – patte) da qui (hence – d’où) propiziatrici (propitiatory – propice) credenza (belief – croyance) borsa in cuoio (leather bag – sac en cuir)

Il melogranno

Il melogranno

È arrivata invece dalla Spagna la tradizione di mangiare un acino d’uva per ogni rintocco alla mezzanotte, 12 “chicchi” come i mesi per avere fortuna tutto l’anno. Ed ancora la tradizione prevede di intingere il dito in un bicchiere di spumante, rigorosamente italiano, e di passarlo dietro all’orecchio o a quello della persona a cui vogliamo augurare fortuna.

Simbolo di fedeltà e fecondità è, invece, il melograno che nell’ultima notte dell’anno andrebbe mangiato con il proprio coniuge per augurarsi devozione e prosperità. Benché gli italiani amino la buona tavola, le tradizioni legate al nuovo anno non sono solo mangerecce. A mezzanotte le città esplodono di botti e il cielo si colora di fuochi d’artificio, tradizioni simbolo di gioia e festa ma un tempo vero e proprio rituale per scacciare gli spiriti cattivi. Sta invece scomparendo, perché troppo pericolosa, l’usanza di gettare le cose vecchie dalla finestra per significare l’abbandono dell’inuitle per un inizio migliore.

 acino “chicchi”  (grain – grape) rintocco (toll – coup) intingere (dip – tremper) melograno (pommegranate – granade)  andrebbe mangiato (should be eaten – doit être consommé) coniuge (spouse – conjoint) benché (although – bien que) mangerecce (edible – commestible) botti (firecrackers – pétards)  fuochi d’artificio (fireworks – feu d’artifice) scacciare (to ward off – éloigner) gettare (throwing – jeter

E che dire poi dell’usanza di indossare lingerie rigorosamente rossa la notte di Capodanno? Il rosso, oltre ad indicare amore e fortuna, è un ottimo amuleto per la fertilità sia femminile che maschile. Ma attenzione: la tradizione impone che l’intimo utilizzato la prima notte dell’anno venga buttato via il giorno dopo. Capodanno è anche musica popolare. Durante la notte si possono incontrare gruppi di giovani che vanno per strada a cantare la “strenna”, un canto propiziatorio per il nuovo anno, un’usanza che risale ai romani che la chiamavano “streniarum commercium”.

 impone (dictates – veut) ’intimo(underwear – sous-vêtements) venga buttato via (is thrown away – est jeté)

fuochi-artificio[1]Infine alcune credenze legate alle primissime ore del nuovo anno. Dopo i bagordi e i festeggiamenti della notte di San Silvestro la tradizione vuole che il primo Gennaio si esca di casa con dei soldi in tasca e si faccia attenzione alla prima persona che si incontra. Se è un anziano o un gobbo sarà, infatti, un anno fortunato, perché l’anziano è sinonimo di vita longeva e il gobbo di fortuna. In alcune parti d’Italia è, tuttavia, sufficiente incrociare una persona del sesso opposto per avere un anno fortunato (i conviventi sono esclusi, ovviamente).Le credenze popolari riguardano anche i primi dodici giorni del nuovo anno, le cosiddette calende, che sarebbero indicatori del tempo che farà per tutto l’anno. Tra tradizione, scaramanzia e credenze popolari gli italiani fanno di tutto per salutare l’anno che arriva con un sorriso pieno di ottimismo.

primissime (early – premières) bagordi (revelries – festivités)  anziano (old person – personne agée) gobbo (hunchback – bossu)   riguardano (concern – concernent)salutare (to greet – saluer)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Più votati

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: