Lettura/ All’Expo è arrivato il “tempo delle mele” (video)

Lascia un commento

13 ottobre 2015 di Paola Gagliano

melinda4[1]È il tempo delle mele anche ad Expo 2015. Per una settimana le deliziose mele “Melinda” hanno, infatti, colorato la piazzetta Trentino affacciandosi sul Cardo, la direttrice principale dell’area espositiva di Padiglione Italia. Dal 25 settemebre al 1 ottobre i visitatori di Expo hanno potuto gustare spuntini buoni e nutrienti a base di mele ed ammirare i colori vivi e lussureggianti di questo delizioso frutto.

affacciandosi (overlooking – donnant) spuntini ( snacks – casse-croutes) lussureggianti ( lush – luxuriant)

La coltivazione delle mele in Italia ha origini molto antiche. Documenti ufficiali e numerose iconografie sacre parlano di territori adibiti a questo tipo di coltura già nel Rinascimento, ma fu a partire dal XVIII secolo che la produzione delle mele assunse una dimensione transnazionale fino a diventare una attività produttiva e commerciale nel corso del XIX secolo.

coltivazione (apple growing – culture) assunse (assumed – pris)

melinda3[1]Oggi l’Italia è il quinto produttore mondiale di mele con quasi due milioni di tonnellate prodotte in un anno. Cinque sono le regioni italiane votate a questo tipo di coltura: Valle D’aosta, Emilia Romangna, Piemonte, Veneto e Trentino Alto Adige. Ma è quest’ultima, in particolare, a farla da padrone. Da sola, la regione Trentino Alto Adige, copre il 70% della produzione nazionale e il 15% di quella europea e può contare su quasi 15mila singoli produttori. La mela in Trentino è diventata il simbolo territorio. Qui, infatti, il clima particolare e la perfetta esposizione al sole dei frutteti consentono di ottenere un prodotto molto saporito. I meli sono ovunque, a perdita d’occhio e nell’antico borgo di Cles, in provincia di Trento, si trova la “Valle delle mele” che, tra la fine di aprile e i primi di maggio, quando i meli sono in fiore, offre uno spettacolo eccezionale .

votate (devoted – consacrées) farla da padrone (rule the roost – faire la loi)  può contare (rely on – peut compter) frutteti (orchards – vergers) consentono di ottenere  (allow to obtain – permettent de obtenir) saporito (tasty – savoureux) a perdita d’occhio (as far as the eye can see – aussi loin que l’œil peut voir)

Ogni anno, il secondo fine settimana di ottobre, in Val di Non prende vita Pomaria, la festa del raccolto delle mele, straordinario evento per celebrare questo frutto nei suoi mille aspetti. Una festa immersa nei caldi colori dell’autunno in cui i visitatori possono conoscere l’intera Val di Non, la sua arte, la sua storia, le tradizioni e gli altri sapori locali di questa ricchissima terra. Tutti possono partecipare alla raccolta delle mele, accompagnati dai coltivatori della zona, e poi girare tra i banchetti che propongono degustazioni di mele sia naturale, sia come ingrediente di torte e altre specialità come ad esempio il sidro, il sorbetto, la grappa, i deliziosi strudel e la famosa frittella Pomella.

prende vita (takes place – se deroule) raccolto (harvest – récolte) coltivatori (farmers – agriculteurs) girare (take a tour – faire un tour) banchetti (stalls – stands) propongono (offering – proposant) frittella (pancake – crêpe)

I meli della Val di Non

I meli della Val di Non

Nonostante la crisi, la mela rimane uno dei prodotti di maggior successo dell’agricoltura italiana. Ogni italiano mangia in media 15 chili di mele l’anno e quasi un milione di tonnellate di mele coltivate in Italia ogni anno finisce all’estero. Un successo dovuto anche alla capacità dei produttori di fare squadra e trovare strategie comuni. Ad oggi infatti esiste un’Associazione produttori ortofrutticoli trentini (Apot) che riunisce al suo interno i tre maggiori consorzi della regione: Melinda, la Trentina e la cooperativa Sant’Orsola. Melinda, approdata ad Expo, rappresenta da sola il 13% della produzione italiana ed è l’unica mela D.O.P. italiana. Per conoscere meglio le mele Milinda vediamo il video tratto dal sito del consorzio.

Nonostante (despite – malgré)  in media (on average – en moyenne) fare squadra (to team up – faire equipe)  riunisce (gather – rassemble) approdata (landed -atteri)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Più votati

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: